Effetti collaterali di rimozione delle tonsille

Frequenti gonfiori o tonsille che sono così grandi che interferiscono con la deglutizione o la respirazione sono motivi tipici perché un fornitore di assistenza sanitaria potrebbe consigliare la rimozione delle tonsille. Mentre la chirurgia di rimozione di tonsille – una tonsillectomia – dura solitamente 30-45 minuti, il periodo di recupero è di solito circa 2 settimane. Durante questo periodo, è comune provare una serie di sintomi. Alcuni sintomi, come il dolore alla gola, sono da aspettarsi. Ma è bene sapere anche sugli effetti collaterali meno comuni.

Dolore

Il dolore è probabilmente la prima cosa che qualcuno che ha avuto le sue tonsille ha rimosso avvisi dopo la sveglia dalla chirurgia. Mentre ci sarà sicuramente dolore alla gola, ci potrebbe anche essere dolore alle orecchie. Questo è chiamato dolore riferito perché il dolore è riferito dalla gola alle orecchie. Alcune persone possono anche pensare di avere un’infezione da orecchio. Il dolore post-tonsillectomia va da lieve a grave e di solito è peggio negli adulti che nei bambini. Il dolore è di solito più grave il primo o due giorni dopo l’intervento chirurgico, poi migliora. Spesso si peggiora ancora circa il terzo al quinto giorno dopo l’intervento chirurgico prima di migliorare gradualmente e finalmente andando via circa 2 settimane dopo l’intervento chirurgico.

Difficoltà Mangiare e bere

Quando il dolore alla gola è più grave, può essere difficile da mangiare o da bere. È meglio bere piccole quantità frequenti per prevenire la disidratazione. L’Accademia Americana di Otorinolaringoiatria-Chirurgia del Capo e Collo non ha raccomandazioni rigorose dietetiche ma osserva che la maggior parte delle persone mangia i cibi morbidi ed evita alcuni cibi a causa del dolore. Di solito è meglio evitare cibi grezzi, salati, acidi o piccanti fino a quando la gola non sia completamente guarita. La maggior parte delle persone torna a una dieta normale circa 2 settimane dopo la chirurgia, a volte prima.

Scabs, Bad breath e bleeding

Dopo una tonsillectomia, due grandi macchie bianche formano sul retro della gola. Questi sono fondamentalmente scabs bagnati. Sono normali e vanno via gradualmente da 7 a 10 giorni dopo la chirurgia – ma causano un respiro cattivo fino a quando non sono andati. Mentre le scaglie scendono gradualmente, piccole macchie di sangue potrebbero uscire dal naso o dalla bocca. Questo è normale finché il sanguinamento si arresta. Se c’è il sanguinamento dal naso o dalla bocca, è importante andare subito al pronto soccorso.

Febbre e cambiamenti nella respirazione

Il giorno o due dopo l’intervento chirurgico, è comune avere una febbre di grado basso da 99 a 102 gradi Fahrenheit. Se la febbre persiste o è superiore a 102 gradi o se una febbre improvvisamente si sviluppa giorni dopo non averne uno, è importante contattare il medico. A causa del gonfiore nella parte posteriore della gola dopo l’intervento chirurgico, la respirazione della bocca è più comune . Questo potrebbe causare russare, che di solito si risolve come il gonfiore scende.

Voce nasale e liquido che arrivano dal naso

Un effetto collaterale non comune che potrebbe verificarsi è una voce nasale. Inoltre, alcune persone a volte notano il liquido che esce dal naso mentre beve. Questi sono entrambi legati a un problema con un muscolo nella parte posteriore del naso e la gola non si contrae come dovrebbe. Questa complicazione è rara con la rimozione di solo tonsilo. Può andare via senza trattamento in 4 – 6 settimane, ma la terapia della parola può essere necessaria se persiste.

Chiamare immediatamente il proprio medico per uno qualsiasi di questi sintomi si verifica dopo una tonsillectomia, – un sanguinamento nasale o significativo dalla gola, – incapacità di mangiare o bere, – segni di disidratazione, come la diminuzione della minzione, Una febbre superiore a 102 gradi Fahrenheit – difficoltà di respirazione – dolore forte che non è controllato da farmaci.

avvertimento