Cosa posso fare se mangio troppa fibra?

Ottenere abbastanza fibre alimentari è vantaggiosa per la salute digestiva, cardiovascolare e generale. La fibra dietetica da alimenti quali fagioli, verdure, frutta, cereali integrali e frutta a guscio contribuisce a ridurre il rischio di malattie e consentire di mantenere un peso sano. Tuttavia, ottenere troppa fibra può indebolire e causare disagio sintomi digestivi.

Quando si mangiano cibi a base di piante, come frutta, verdura e grano, il tuo corpo digerisce tutto tranne la fibra, una parte della pianta che passa attraverso il tuo sistema digestivo. La fibra solubile – un tipo di fibra che interagisce con l’acqua e si trova nei cibi come l’avena, i piselli e i fagioli – si trasforma in una sostanza gel-like nel tratto digestivo, mentre fibra insolubile – un tipo di fibra che non Complesso con acqua, e si trova nei cibi come grano intero e molte verdure – passa attraverso quasi invariato.

Se siete abituati a mangiare una dieta a basso contenuto di fibre, l’aggiunta di qualsiasi tipo di fibra può causare effetti collaterali come il gas, il gonfiore e la diarrea. I National Institutes of Health raccomanda che gli adulti di età inferiore ai 50 anni ricevano circa 38 grammi di fibra ogni giorno, mentre gli uomini di età superiore a 50 hanno solo bisogno di circa 30 grammi. Le donne sotto i 50 anni dovrebbero avere circa 25 grammi di fibre, mentre le donne sopra i 50 necessitano solo di 21 grammi. Una fetta di pane integrale contiene tra 1 e 3 grammi di fibra alimentare, mentre una tazza di fagioli contiene circa 19 grammi di fibra alimentare.

Mangiare troppo la fibra o aggiungere fibre alla vostra dieta troppo rapidamente può provocare a disagio condizioni digestive. Mentre mangiare troppa fibra, di solito non vi danno fastidio nel lungo periodo, potrebbe essere a rischio di un’ostruzione dell’intestino se si mangia una quantità elevata di fibre senza acqua adeguata. Le lamentele più comuni dopo aver consumato troppo la fibra o l’aggiunta di fibre troppo rapidamente sono la flatulenza, il gonfiore, i rumori digestivi udibili, la diarrea o la costipazione, il crampi e, in rari casi, il malassorbimento o l’ostruzione intestinale.

Se si verificano distress digestivi dopo aver mangiato prodotti contenenti fibre, bere più acqua può aiutare. Secondo la National Clearinghouse delle malattie digestive, l’acqua aiuta a sciogliere la fibra solubile per un più facile assorbimento. L’acqua contribuisce inoltre a spostare più rapidamente i prodotti alimentari e dei rifiuti attraverso il tratto digestivo e può contribuire ad alleviare alcuni degli effetti collaterali scomodi della fibra, evitando così una possibile ostruzione: aumenta il tuo esercizio se senti di aver consumato troppa fibra, perché l’esercizio incoraggia Il movimento del cibo attraverso i vostri intestini. Camminare, andare in bicicletta, yoga e saltare su un trampolino può aumentare l’azione nei tuoi intestini e ridurre al minimo gli effetti collaterali. Se si verificano sintomi gravi, come il dolore prolungato, la febbre o la diarrea, consultare immediatamente un medico.

Per evitare gli effetti collaterali più fastidiosi di una quantità troppo elevata di fibre, aumentare lentamente la quantità di fibre. Inizia con l’aggiunta di 2 a 3 grammi al giorno, circa l’importo in una fetta di pane integrale. Se potete tollerare comodamente qualche grammo, aggiungere lentamente pochi altri ogni giorno o ogni altro giorno. Bere molta acqua e esercitare regolarmente.

Fibra

Il giusto quantitativo di fibra

Sintomi

Trattamento

Evitare gli effetti collaterali