L’effetto dei media visivi sul comportamento sociale dei bambini

Se ti preoccupati del tipo di media che programmano le tue viste del bambino e come influenza il suo comportamento, non sei solo. Le preoccupazioni circa gli effetti dei media visivi sul comportamento sociale dei bambini si esaltano in quanto l’accesso ai mezzi violenti abbonda nella tipica famiglia. Più di 30 anni di ricerca che si concentrano sull’effetto dei media visivi sui bambini e sugli adolescenti conferma una relazione tra la violenza dei media e il comportamento aggressivo. I risultati sembrano coerenti se i ricercatori hanno utilizzato un metodo longitudinale, sperimentale o trasversale.

Pericoli del supporto visivo

L’American Academy of Pediatrics riferisce che l’esposizione alla violenza dei media inizia problemi con comportamenti aggressivi, incubi, desensibilizzazione alla violenza, ansia e depressione. L’esposizione ripetuta a supporti aggressivi crea un atteggiamento che l’aggressione è un appropriato strumento di risoluzione dei problemi che facilita il successo. Quando i bambini percepiscono temi spaventosi considerati nei media come realtà, determinano che il loro mondo è un luogo orribile e sinistro. I bambini possono presentare problemi di sonno, perdere la scuola, ritirarsi dagli amici e temere che possano diventare vittima della violenza.

Genitori incogniti

I genitori che monitorano attivamente i media visivi dei loro bambini possono ricevere informazioni inadeguate o fuorvianti. L’Associazione Nazionale degli Psicologi Scolastici riferisce che meno di quattro su 10 programmi avvertono i genitori di contenuti sessuali o violenti con un sistema di classificazione basato sui contenuti. In uno studio pubblicato in un numero di 2006 di “Journal of Consumer Affairs”, i ricercatori hanno scoperto che le informazioni sulle classifiche per i pubblicitari di prime ore non riescono a soddisfare lo standard della Federal Trade Commission e mancano le informazioni complete per la divulgazione dei rating. Solo il 20 per cento dei genitori usa il telespettatore o il v-chip installato sulla loro televisione e la maggior parte dei genitori non sono consapevoli della sua esistenza.

Vulnerabilità

Alcuni bambini possono essere più a rischio di provare effetti negativi dall’esposizione ai supporti visivi. L’American Academy of Child and Adolescent Psychiatry riferisce che esiste una forte correlazione tra l’esposizione ai media violenti e il comportamento aggressivo tra gli adolescenti “a rischio”. Eroi violenti di media che “risolvono i problemi” con armi automatiche diventano modelli di ruolo per gli adolescenti che sono stati vittime. In assenza di modelli nonviolenti di risoluzione dei conflitti, questi adolescenti possono imitare le azioni del violento eroe mediatico per risolvere i loro problemi.

Implicazioni per i genitori

Sii un modello di ruolo mediatico positivo per i tuoi figli grazie al tuo utilizzo selettivo dei supporti e alla supervisione dell’esposizione dei media visivi. Resistere alla tentazione di utilizzare i media come una comoda babysitter e sottolineare il valore delle attività prive di media nella tua casa. Quando i genitori iniziano l’educazione ai media, i bambini diventano meno sensibili agli effetti negativi dei media visivi, dice l’American Academy of Pediatrics. Altri vantaggi dell’educazione ai media includono la scelta di scelte multimediali informate, la limitazione dell’uso dei media e l’acquisizione di critiche critiche e capacità di visualizzazione.